top of page

progetti. scuole.

Istituto Comprensivo Casale - Brindisi 
PON FSE 10.1.1A

Il percorso denominato "Fuoriclasse" ha voluto offrire due proposte inerenti sul tema di acquisizione delle competenze sull' aspetto ludico educativo, e quindi due moduli per la durata totale di 30 ore ciascuno di cui "La magia del Circo" rivolto alle classi primarie del plesso "Giovanni Calò" di Brindisi condotto da Gabriele Cagnazzo con il tutor interno Maria Rosaria Romano e "CircoMix: le tecniche del circo" rivolto alle classi di scuola secondaria del plesso “J.F.Kennedy” di Brindisi condotto a Gabriele Cagnazzo con il tutor interno Olivia Bacca.

 

Con il modulo LA MAGIA DEL CIRCO si sono sviluppate tutte quelle abilità essenziali di

creatività, coordinamento e lavoro di squadra. La magia delle discipline delle arti circensi

hanno permesso infatti di sviluppare abilità e competenze specifiche quali, la coordinazione

tra occhio e mano, migliorare la concentrazione, l’attenzione e innalzare il livello di

autostima.

Con il modulo CIRCOMIX si è sviluppato un percorso formativo ludico-motorio teso a

rafforzare le competenze di base attraverso lo studio delle diverse discipline circensi

individuando il proprio linguaggio espressivo corporeo e sviluppando autostima e abilità.

Entrambi i moduli hanno ottenuto buoni risultati in termini di partecipazione e di interesse da parte degli alunni che hanno avuto la possibilità di affrontare con serenità i propri limiti attraverso una pratica ludico-educativa e altamente stimolante. Hanno manifestato un impegno adeguato relazionando con i vari attrezzi di circo con rispetto ed entusiasmo. Ciò ha creato serenità e assenza di ansia da prestazione soprattutto nei momenti in cui si richiedeva una riflessione psicomotoria più accurata ed un lavoro di concentrazione più articolato. Le modalità operative scelte hanno reso questi momenti piacevoli al punto che gli alunni hanno espresso l'augurio di ritrovarsi in altre occasioni simili per proseguire il percorso fin qui svolto. 

 

Il percorso si è concluso con un evento spettacolo all’interno del quale gli alunni coinvolti si

sono esibiti con passione, dedizione e abilità. In questa circostanza sono stati evidenti i

rapporti interpersonali generatisi e la responsabilità di gruppo per l’ottima riuscita

dell’evento affrontato con maturità emotiva. L’evento conclusivo ha sortito rapporti positivi

anche tra i partecipanti, il tutor, i collaboratori le famiglie e la dirigenza scolastica.

Lavoratorio-73.JPG

percorsi educativi.

Circo, Mente e Fantasia !

Il progetto

Partendo dalla considerazione che la sedentarietà, oggi forzatamente sempre più diffusa nella vita quotidiana della società moderna, comporta minori occasioni d’incontro tra i giovani con conseguente maggior senso di solitudine e disagio e innesca un circolo vizioso ipocinesia - solitudine - obesità - insicurezza, il nostro laboratorio intende sviluppare una abitudine al movimento come stile di vita. Con una attività motoria dalle caratteristiche prettamente ludiche come le tecniche circensi s’intende sollecitare un uso personale e creativo del tempo come alternativa alla noia ed alla sedentarietà padri del disagio sociale. 

Lo scopo è quello di potenziare le capacità espressive di chi si trova in quelle sempre più frequenti crisi di identità e di comunicazione particolarmente diffuse tra i giovani a causa della sempre crescente solitudine e sedentarietà. In più il giovane che si avvicina al mondo delle tecniche del circo, acquisisce una maggiore sicurezza di sè nel rapportarsi agli altri ed ha occasione di sperimentare nuove e differenti immagini del proprio io, aiutandolo in quella difficile ricerca del progetto di sè che ha notevole importanza nella formazione della propria personalità.

Obiettivi

Il Laboratorio

La nostra scelta ricade sulle tecniche del teatro fisico e delle attività circensi, con i suoi elementi acrobatici, perché sono percepite come più piacevoli, gratificanti, spettacolari e quindi colpiscono maggiormente la fantasia dell'individuo; inoltre hanno il fascino delle abilità fuori dall’ordinario e sono più facilmente utilizzabili per migliorare abilità di "presentazione di sé" e di "comunicazione". La comunicazione teatrale è un veicolo potente di trasmissione di idee, ma soprattutto di emozioni e permette di manifestare nella finzione scenica contenuti difficilmente esprimibili. In più il giovane che si avvicina al mondo delle tecniche teatrali e circensi, acquisisce una maggiore sicurezza di sè nel rapportarsi agli altri ed ha occasione di sperimentare nuove e differenti immagini del proprio io, aiutandolo in quella difficile ricerca del progetto di sè che, nel periodo compreso tra la pubertà e l'adolescenza, ha notevole importanza nella costruzione della propria personalità.

 

Dall’abilità circense, con insiti i suoi contenuti di “gioco”, al desiderio di fare il passaggio è abbastanza agevole se correttamente guidato dai nostri esperti che sapranno far sperimentare ai partecipanti il “piacere motorio” dal punto di vista emozionale ed il “gusto della riuscita” . In più le tecniche didattiche adottate dagli educatori sono rivolte anche ad una spinta aggregativa e di socializzazione tra i partecipanti al laboratorio, e l'effetto di "aggregazione sociale" ne risulta amplificato. Con questa metodologia si vuole portare il giovane al “desiderio di fare” come motivazione fondamentale per la costruzione di uno “stile di vita attivo e personale”.

Modalità

Organizzazione

Il laboratorio, da svolgersi in orario extrascolastico, prevede 25 incontri, con cadenza settimanale di 2 ore ciascuno per un totale di 50 ore complessive; si potrà svolgere o all'interno del tendone da circo collocato presso "La Fabbrica del Farò" in Brindisi, oppure in una palestra interna alla scuola che provvederemo per il periodo di dotare di alcuni attrezzi circensi. Sarà inoltre necessaria almeno una presa di corrente all'interno del locale. L’attività si concluderà con una performance artistica sul tema sviluppato da rappresentare alle altre classi e/o genitori, ovvero in altro contesto da concordare.

bottom of page